Indovina con chi vado (e vai) a cena

Le star si mettono a disposizione. Sul serio. E a fin di bene. Lo racconto su Iodonna.it e lo condivido qui.

Farsi venire a prendere in ufficio da Daniel Graig a bordo di una Aston Martin (e magari vincerla). Andare a cena con Ian Somerhalder di The Vampire Diaries, e subito dopo accompagnare Charlize Theron al party di lancio dei suoi film, sfilando con lei sul tappeto rosso. E l’indomani… meglio un tè con Julia Roberts e Bono Vox, o una partita a tennis con Andre Agassi e Steffi Graf? Nel mondo di omaze.com, tutto è possibile. E tutto è incredibilmente reale.

Con lo slogan Good things come to those who give – le cose belle capitano a chi sa donare- un nutrito gruppo internazionale di star del cinema, musica e tv, ma anche politici, scrittori e sportivi, ha aderito alla causa di www.omaze.com, la nuova piattaforma web in cui molte celebrities, se non tutti, si mettono a disposizione con e per una buona ragione: aiutare i meno fortunati di ogni latitudine, con il sostegno dei più fortunati.

Il sito sfrutta con lungimiranza il principio del crowdfunding e il brivido della lotteria: ogni causa, anzi ogni sogno, richiede una piccola donazione di 10, 15, 25 dollari entro una data stabilita, raggiunta la quale si estrae il nome del donatore-vincitore.

A oggi, sono oltre 170 i Paesi coinvolti e oltre 150 le realtà che hanno beneficiato delle donazioni.

“Una piattaforma per trasformare la vita di tanti”-così la definiscono i fondatori Ryan Cummins and Matt Pohlson, due studenti americani che si sono incontrati sui banchi della Stanford University in California e poi tra le file della Clinton Foundation di Bill e Chelsea Clinton. Insieme, hanno lanciato il progetto che sta rivoluzionando il sistema del fundraising.

“Vogliamo farne una community in cui tutti si sentano chiamati ad agire. In cui tutti si sentano a casa, star comprese”.

Il primo esperimento è avvenuto proprio all’Università, quando i due hanno proposto un’asta per raccogliere denaro da devolvere a una charity. In palio, una partita a basket e una cena con l’ex cestista Earvin Magic Johnson. Hanno raccolto 15mila dollari in poche settimane. E hanno capito che il “gioco” poteva diventare qualcosa di più serio. Così è stato.

Le loro campagne da rivista patinata oggi contribuiscono a salvare bambini, adulti, animali e foreste. Insomma, il nostro pianeta. Con un clic e il budget di una pizza – a proposito, si può vincere anche una serata in pizzeria con Tom Brady, Matt Demon e Ben Affleck- ognuno può realizzare il desiderio di una vita o di una sera, e le foto e i racconti di quanti hanno vinto finora sono sul sito a dimostrarlo.

Cose per americani? No, per tutti. Gli appuntamenti con le star prevedono voli e transfer da ogni parte del mondo per raggiungere la location degli eventi. E per chi non può contare sulla buona sorte, ci sono i premi di consolazione: tanti gadget speciali (t-shirt, tazze, libri, palle da baseball e da tennis) tutte autografati dalle celebs.

Share on Facebook8Tweet about this on Twitter1Pin on Pinterest0Email to someoneGoogle+0Share on LinkedIn0share on Tumblr0Print this page