La creatività? Corre sul filo…di lana

Ci sono donne che non smettono mai di sorprenderti: lamarielamarci, per esempio. No, non è una. Sono due, due sorelle che, tra loro, sono prima di tutto amiche. Si vogliono bene, si sostengono, si spalleggiano. A volte litigano. Soprattutto si fidano l’una della creatività dell’altra. Così, possono raddoppiarla. E metterla al servizio di progetti e prodotti sempre nuovi. Da quando le conosco -ma dovrei dire la conosco- mi hanno sempre conquistata con le loro creazioni: borse, gioielli, oggetti d’arredo… Riciclati. O meglio recuperati da pezzi di scarto e da materiali poco nobili, che pochi avrebbero saputo trasformare con la grazia e la fantasia di lamarielamarci.

Oggi sono insieme le testimonial del progetto #stefanelovesknitting. Infatti Stefanel prosegue nei mesi di ottobre e novembre il ciclo di eventi ‘Stefanel Loves Knitwear’ iniziato a settembre con la Vogue Fashion’s Night out presso lo store di Piazza Duomo, 21 – Galleria Vittorio Emanuele II. Protagoniste dell’appuntamento di ottobre sono lamarielamarci, due sorelle, Marina e Marcella, unite dalla passione per i filati, il lavoro a maglia e l’ecologia, dotate di un innato talento per l’utilizzo e il ri-utilizzo di materiali che assemblano in nuove infinite creazioni. Interpretando il concetto della maglieria che trasmette calore e affetto, valori cari a Stefanel, lamarielamarci hanno personalizzato le vetrine del negozio di Milano Galleria realizzando una maxi installazione in lana merino super bulky arricchita da macro gomitoli e maxi ferri. Inoltre, in occasione del workshop che si terrà il 27 ottobre, aiuteranno le partecipanti a realizzare, attraverso la tecnica del finger knitting, la propria collana in lana nei colori della collezione Stefanel A/I 2016-17. Sarà l’occasione per cimentarsi con l’arte antica del lavoro a maglia ma in modo totalmente innovativo.

La passione per i filati e il lavoro a maglia de lamarielamarci nasce dai pomeriggi estivi passati in compagnia di nonna Ida, vera esperta di maglia e uncinetto, e di mamma Rita, appassionata di lane e cotoni. Lamari ha mantenuto negli anni questa passione per il lavoro a maglia, modernizzandolo con l’utilizzo di materiali sempre nuovi o di riciclo e realizzando gioielli e accessori con tecniche innovative. Lamarci ha scoperto, grazie all’arm knitting e all’utilizzo di lane “bulky”, di non aver mai dimenticato le regole del lavoro a maglia apprese da bambina.

L’appuntamento presso il negozio Stefanel è previsto giovedì 27 ottobre, dalle 17.00 alle 19.00. 

Io ci sarò. Pronta a utilizzare le mie dita come ferri da maglia. E voi? Siete pronte per imparare le regole del finger knitting?

Share on Facebook19Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0Email to someoneGoogle+0Share on LinkedIn0share on Tumblr0Print this page