La vacanza 2018? Detox, vintage e di gruppo

Dove andare quest’estate e soprattutto come andarci? A questa domanda, postami dalla rivista Focus On per chi si occupa di comunicazione, ho risposto identificando i nuovi trend, sulla base dei dati raccolti da Booking,com. Le risposte? Mi sono piaciute. Perchè indicano la strada, anzi il viaggio, verso un nuovo modo di intendere le vacanze. Meno spostamenti, più esperienze. Meno mondanità e più spiritualità. E soprattutto voglia di stare insieme, di fare gruppo. Per ritrovare anche emozioni dimenticate. Un po’ come già scrivo nel mio nuovo romanzo Due sirene in un bicchiere (Feltrinelli),  adesso in libreria. Un libro che parla della voglia di partire…dentro di sè, prima che fuori. Per scoprire nuovi orizzonti e punti di arrivo.

Intanto, ecco le tendenze 2018  grazie ai dati raccolti da Booking.com

DREAM EXPERIENCE

Il 45% dei viaggiatori chiede di sperimentare “l’esperienza della vita”. Il desiderio di accumulare ricordi, piuttosto che accumulare beni materiali, è alla base della richiesta di viaggi unici. I viaggiatori sono sempre più impazienti e inclini alla gratificazione istantanea e la tecnologia è lo strumento che permette loro di ottenerla.

L’intelligenza artificiale e le tecnologie digital ridefiniscono ormai le modalità di ricerca, prenotazione ed esperienza di ogni viaggio. Quasi un terzo (29%) dei viaggiatori affida al proprio computer e alla propria capacità di navigazione in rete l’organizzazione del “pacchetto”, e la metà di loro (50%) non sente l’urgenza di avere a che fare con una persona in carne e ossa.

Tra le esperienze più gettonate, le visite alle tradizionali meraviglie del mondo (47%), i viaggi gourmet (35%), il relax un’isola paradisiaca (34%), e l’avventura in uno dei parchi di divertimento più famosi del mondo (34%).

VINTAGE

Oltre a fare nuove esperienze, i viaggiatori smaniano di rivivere anche i migliori ricordi della propria infanzia. Molti sono inclini a tornare nelle mete del cuore, per scoprirle da un punto di vista completamente nuovo. Secondo le statistiche, un terzo dei viaggiatori (34%) prenderà quest’anno in considerazione di ripercorrere un viaggio del passato.

Gli intervistati raccontano che le vacanze trascorse in famiglia, quando non erano che bambini, sono associate ai ricordi più belli. I millenials saranno i più sentimentali e, considerato che il 60% dei viaggiatori pubblicherà post sui social media ogni giorno, i contenuti nostalgici e gli itinerari della e nella memoria saranno il prossimo trend.

POP PASSION

Serie tv, film, sport e social media sono grandi fonti d’ispirazione. Visitare le location di film, serie TV o video musicali, infatti, richiama il 36% dei viaggiatori. Nei prossimi mesi, oltre un quinto (22%) delle persone cederà alla tentazione di partecipare a un importante evento sportivo, e il 43% prenderà in considerazione di spostarsi per seguire dal vivo la grande estate dei Mondiali di calcio in Russia.

I set che attireranno maggiormente i viaggiatori sono Croazia, Spagna, Islanda e Malta per quanto riguarda Game of Thrones (29%), la Londra di Sherlock e The Crown (21% e 13%), New York e Manhattan per Billions (13%) e la Los Angeles di Entourage (10%).

BODY AND SOUL

Il trend dei viaggi all’insegna del benessere non cessa di crescere: quasi il doppio delle persone pianifica almeno un viaggio all’anno all’insegna della salute e del benessere.  Grande ritorno di pellegrinaggi, trekking e, in genere, viaggi a piedi (il 55% dei viaggiatori è interessato a escursioni e camminate).

Tra le attività ispirate a salute e benessere, vincono spa e trattamenti estetici (33%), ciclismo (24%), sport e attività acquatiche (22%), vacanze detox (17%), soggiorni yoga (16%), corsa (16%) e meditazione/mindfulness (15%). Partecipare a un viaggio wellness fa bene anche allo spirito: più del 55% degli intervistati dichiara che è il momento perfetto per riflettere e fare scelte di vita.

TOGETHER

Il 2018 sarà l’anno dei viaggi di gruppo: la maggior parte degli intervistati viaggerà, secondo le stime, “con un gruppo di amici” (dal 27% al 31% rispetto all’anno scorso).

Conteranno le persone con cui condividere i momenti fuori dalla routine. Grazie all’immediatezza della tecnologia, non è mai stato così facile trovare il posto perfetto dove soggiornare in gruppo.

Ovviamente, un viaggio condiviso ha anche evidenti vantaggi economici: quattro persone su dieci (42%) sostengono che le vacanze con gli amici rende loro possibile soggiornare in posti e accommodation che, da soli, non potrebbero permettersi.

Tutte le tendenze individuate sulla base di oltre 19mila recensioni valgono nel momento della scelta di  un viaggio individuale, così come di un pacchetto MICE. Nel settore Meetings, Incentives Conferences and  Exhibitions, infatti, l’usuratissimo filone del Team Building a tutti i costi ha finalmente ceduto il passo alla condivisione di esperienze emozionali irripetibili. Perché nulla lega i componenti di un gruppo come il ricordo positivo di un momento comune.