Più belle con l’acido salicilico

Nel mondo del beauty e del trattamento dei problemi cutanei, l’acido salicilico rappresenta di sicuro uno dei miei prodotti preferiti. Grazie a questa sostanza, infatti, possiamo curare tantissimi disturbi della nostra pelle come acne, verruche e persino la dermatite atopica. L’ho scoperto grazie a un’amica, e ora condivido con voi le mie scoperte. Prima di tutto, cos’è l’acido salicilico?

L’acido salicilico è una sostanza cheratolitica che oggi possiamo trovare in diversi prodotti per la cura del viso e della pelle: si tratta intanto di uno degli anti-acneici più famosi in circolazione, perché si rivela perfetto per lenire le problematiche cutanee senza aggredire né la pelle né il cuoio capelluto.

La sua peculiarità principale è quella di combattere la cheratina spaccandone i legami. Questa è un’azione che permette di “ammorbidire” quei disturbi che causano la formazione di squame e placche di pelle dura.

Quando utilizzare questo prodotto? Come vi ho appena anticipato, tutte le volte che emergono fastidi cutanei che richiedono interventi come l’esfoliazione. Inoltre, i prodotti a base di acido salicilico possono essere usati pure per proteggere la pelle dalle radiazioni solari, così da contrastare l’invecchiamento cutaneo.

Quali sono i suoi effetti benefici sulla pelle?

Tantissimi. Intanto questa sostanza cheratolitica aiuta a trattare malattie come la psoriasi e le verruche, e poi consente di eliminare anche calli e duroni.

Essendo un esfoliante, poi, può essere usato anche sotto forma di shampoo per curare diversi fastidi del cuoio capelluto. Questa azione esfoliante, detta anche cheratoplastica, calma le irritazioni e lo fa in modo delicato. Ciò vuol dire che non secca la pelle, e anzi aiuta tutta la cute sofferente.

Infine, l’acido salicilico è anche un ottimo batteriostatico, il che significa che si impegna pure nella lotta ai batteri che potrebbero danneggiare la cute.

0