Thailandia, il viaggio del sorriso

Thailandia, il viaggio del sorriso

Ci sono luoghi a cui la vita ti lega, nonostante le tue resistenze o le tue preferenze. Uno di questi, per me, è la Thailandia, dove mi sento sempre e facilmente a casa. Ci sono altri Paesi asiatici che amo: la Cambogia, per esempio, o il Vietnam, Bali e l’Indonesia. E poi l’India, lo Sri Lanka, il Tibet, il Giappone… Ma nessuno mi fa sentire accolta e amata quanto la “terra del sorriso”, che ho imparato a conoscere ed apprezzare in più viaggi, ma che consiglio sempre a chi vola in Oriente per la prima volta.

La considero la miglior porta di ingresso del Sud-est asiatico, quasi un rito di passaggio, morbido e indolore, tra Ovest ed Est sia per i viaggiatori in cerca di avventure, sia per chi, invece, ha soltanto voglia di una vacanza dall’altra parte del mondo, al caldo e in totale relax, magari in coppia e perché no in famiglia, grazie al mix di cultura, natura, folklore e divertimento.

Sono tanti i tour operator e tante le offerte, tante anche le possibilità di organizzarsi un viaggio su misura e spesso fai da te. E sono la prima, lo confesso, che prenota il volo e poi via, mi organizzo in loco, meglio se con professionisti che la Thailandia la vivono ogni giorno, come i referenti di InnViaggi Asia.

Il team, infatti, non è composto soltanto da consulenti di viaggio che aiutano a pianificare attività e spostamenti in Thailandia, ma da uno staff di circa 40 persone ( tra destination manager, referenti di zona, guide e rappresentanti locali tutti italiani ) presenti capillarmente nel territorio tailandese che pronti a seguirvi passo passo nel vostro itinerario e nel  vostro soggiorno.

Con sede e personale italiano in Asia, il tour operator InnViaggi_Asia è stato fondato da Christian Grimaccia nel 2004. Christian, classe 1972, che dopo essersi laureato in legge ed aver poi viaggiato in barca a vela intorno al mondo ( viaggio che gli ha permesso di esplorare ogni dove, dal Sud al Centro America, i Caraibi, dalle Galapagos alla Polinesia, dalla Nuova Zelanda all’ Australia ), fino a quando è approdato in Thailandia ed ha scelto di stabilircisi. Da qui ( lui vive nella piccola Isola di Koh Mak ), con il suo gruppo, propone tours e pacchetti viaggio personalizzabili non solo per la Thailandia, ma per tutto il sud-est asiatico ( tra cui la mitica Angkor Wat in Cambogia, Bali e le Isole più suggestive dell’Indonesia ed ancora il Vietnam, la Malesia e il Myanmar…

Il mio preferito? Quello che consente di visitare, in un solo viaggio, la Thailandia e i templi di Ankgor Wat, in Cambogia, e di abbinare le due destinazioni (lo sapevate che la Cambogia ha un mare bellissimo?), oppure di rilassarsi sull’isola degli elefanti, Koh Chang, il mio piccolo paradiso dove scappo appena posso. Anzi, ora che ci penso… è tempo per me di prenotare! Voglio iniziare il nuovo anno sotto il sole thai… Ma dove? A nord, a Chiang Mai e Chiang Rai, o a Phuket, perla delle isole Andamane? Koh Kood o Koh Samet? E quanti giorni di movida, shopping e templi a Bangkok? E il miglior corso di cucina? Non ho mai imparato a fare il perfetto riso all’ananas… né lo sticky rice mango!  E i massaggi? Dove andare per rilassarsi davvero? Ovvio, mi farò guidare da InnViaggi Asia e dalle loro proposte. Anzi, chiederò loro di organizzarmi transfer ed escursioni. Mi piacerebbe tornare in groppa agli elefanti, o fare rafting sul fiume a Chiang Mai. E certo tornerei a giocare con i cuccioli di tigre al confine con il Myanmar. E i pescatori a Krabi? E le cascate di Koh Kood? Non finirei mai di girare per la Thailandia, un paese unico e sorprendente che contiene infiniti mondi e infinite possibilità. Partite con me?

Buon viaggio!

                               

Booking.com