Quattro tazze di Francia

Ultimi giorni per vincere il vostro viaggio nel Sud della Francia, sulle tracce di Viola, Chantal, Mavi e Alberta, le protagoniste di Quattro tazze di tempesta (Feltrinelli). Acquistando il romanzo e poi collegandosi al sito (mi raccomando, conservate lo scontrino!) potrete vincere un viaggio per due persone o, in alternativa, l’esclusiva miscela di tè Quattro tazze di tempesta, ispirata al mio libro.

Così potrete partire alla scoperta della cosiddetta Petite Camargue, la Camargue più selvaggia e più autentica di Sainte Marie de la Mer, ma anche di Nîmes,  de La Calmette e del dipartimento del Gard dove si svolge la vicenda e dove si scatena la tempesta più letta dell’estate. Come ci sono arrivata e perchè ho deciso di ambientare proprio nel Gard il mio romanzo?

Come sapete, i personaggi sono sorprendenti. E costringono spesso gli autori a fare veri e propri giri del mondo.  Viola, l’ex modella che si trasferisce in Francia e apre un atelier dove vende e serve esclusivamente tè, mi ha condotta nel Gard. È partita in auto da Genova, disperata dopo la morte del marito, e ha guidato per ore fino a stancarsi….nei pressi di Nîmes . E precisamente in un villaggio di poche anime e poche case dal nome curioso, La Calmette. In francese significa collinetta….ma in italiano suona un po’ come la piccola calma… e di questo avevo bisogno io ma soprattutto le mie “personagge”.

Ora, tocca a voi. Mettetevi in viaggio. Mettetevi in auto, in moto, in treno, in bici. Entrate anche voi nella tempesta. E lasciatevi stupire da quest’angolo di Francia tra mare, colline e fiumi, con il Pont du Gard, il ponte romano più spettacolare di tutti -a tre arcate, alto quasi 50 metri!, i villaggi storici, i campi profumati di lavanda, e città che fanno concorrenza all’Italia per il numero di testimonianze romane ben conservate -a Nîmes, c’è un Colosseo perfetto, e il tempio detto Maison Carrée, ma anche la Tour Magne, la Porta d’Arles, i resti del Tempio di Diana. Non a caso, Nîmes è stata soprannominata la Roma francese. Per saperne di più, www.

Allora… Bon Voyage e buona lettura!